Console Website

Origini delle console

Una console, in italiano consolle (utilizzato raramente e sempre in forma invariabile), è un apparecchio elettronico concepito esclusivamente o primariamente per giocare con i videogiochi. Il termine si riferisce agli apparecchi concepiti per uso privato, che per la visualizzazione possono connettersi a un normale televisore oppure, nel caso delle console portatili, essere dotati di uno schermo integrato. Una console può integrare anche funzioni aggiuntive, come ad esempio la riproduzione di CD audio, DVD video e Blu-ray e l'utilizzo dei servizi internet. Nei primi anni di vita delle console alcuni modelli permettevano di giocare solo a un numero limitato di videogiochi implementati al loro interno; nella sua implementazione moderna la console invece è più simile a un computer, che esegue videogiochi sotto forma di software memorizzato su un supporto di memorizzazione. La prima console prodotta commercialmente fu la Magnavox Odyssey, uscita in Nord America nel 1972, sebbene il suo ideatore Ralph Baer stesse elaborando prototipi già dagli anni '60. Il concetto di console raggiunse maggiore celebrità con l'uscita della versione casalinga del gioco Pong (1975). Dagli anni ottanta molte industrie si sono avvicendate nella produzione di console sempre più potenti e capaci di eseguire programmi di grande complessità. Complice anche l'enorme diffusione dei computer casalinghi, diverse aziende come Atari, SEGA e Nintendo divennero protagoniste della diffusione delle console. Soprattutto quest'ultima, che nel 1983 pubblicò il Family Computer (noto anche come Famicom) in Giappone. Il Famicom supportava figure bidimensionali ad alta risoluzione e in generale una grafica più definita e colorata rispetto alle console concorrenti. Inoltre i giochi del Famicom avevano una longevità superiore rispetto ai giochi passati e una grafica maggiormente dettagliata. La console fu un successo in patria, grazie anche alle conversioni di videogiochi arcade da sala giochi come Donkey Kong; per questo motivo nel 1985 la Nintendo decise di entrare nel mercato nordamericano. La versione statunitense della console prese il nome di Nintendo Entertainment System e aveva un aspetto differente. Inoltre le cartucce per i giochi avevano forma diversa, erano più grandi e di colore grigio: la loro grandezza le permetteva di avere all'interno un chip per il salvataggio dei giochi (in Giappone il Famicom necessitava del Famicom Disk System per il salvataggio dei giochi). La console ebbe un grande successo, grazie soprattutto al gioco Super Mario Bros., che ebbe larga diffusione e vendette milioni di copie. Questo successo della console salvò il mercato videoludico nordamericano dell'epoca dalla crisi dei videogiochi del 1983. l sistema operativo è un software che controlla e gestisce il traffico dei dati all'interno del computer fungendo anche da intermediario tra hardware, software e diversi programmi in esecuzione. Ormai ogni oggetto tecnologico è provvisto di un sistema operativo: cellulari, palmari, console, eccetera. Le prime console ad apparire sul mercato non disponevano di un sistema operativo. Per esempio l'Atari 2600 (1977) funzionava a cartucce e aveva su di esse tutto ciò che era necessario per far girare il gioco. L'avvento di Intellivision (1980) ha fatto sì che sorgesse la necessità di avere un sistema operativo separato dalle cartucce: così nacque Exec, il cui scopo era quello di farsi carico di tutti i compiti primari, lasciando alla cartuccia le istruzioni più importanti.

TOP 7 CONSOLE

  1. PLAYSTATION 4
  2. XBOX ONE
  3. PLAYSTATION 3
  4. XBOX 360
  5. PLAYSTATION 2
  6. XBOX
  7. PLAYSTATION